[Save the Date] 16 luglio ore 9. Secondo Workshop della ricerca Migrations-Mediations, Università Cattolica

Si svolgerà lunedì 16 luglio 2018 il Secondo Workshop della ricerca di Ateneo dell’Università Cattolica del Sacro Cuore “Migrations-mediations: media e comunicazione per l’inclusione dei migranti”. L’appuntamento è presso l’Università Cattolica di Milano, in aula C015, via Carducci 28/30

locandina-secondo-workshop.jpg

PROGRAMMA WORKSHOP 16.07.2018

9.00 – 9.30: Accoglienza e Introduzione dei lavori (Ruggero Eugeni)

9.30 – 10.00: Media, migrazioni, immaginazioni (Fausto Colombo)

10.00 – 10.30: Globalizzazione, migrazione e disuguaglianza (Giuseppe Mastromatteo e Lorenzo Esposito)

10.30 – 10.45: Coffee break

10.45 – 11.30: Presentazione e discussione del progetto “Elezioni” (a cura di Marina Villa e Nicola Pasini)

11.30 – 12.15: Presentazione e discussione dei progetti del gruppo “Policies” (a cura di Matteo Tarantino, Paola Pontani e Chiara Colombo)

12.15 – 13.00: Presentazione e discussione dei progetti dei gruppi “Iniziative e pratiche” (a cura di Alice Cati, Anna Sfardini, Chiara Giaccardi)

13.00 – 13.30: Presentazione del n° 1/2019 di Comunicazioni Sociali “Playing inclusion. The performing arts in the time of migrations: thinking, creating and acting inclusion” (a cura di Roberta Carpani e Giulia Innocenti Malini)

13,30 – 14.30: Pranzo

14.30 – 17.00: Riunione del tavolo di lavoro allargato a tutti i partecipanti alla ricerca in preparazione del convegno nazionale di novembre 2018.

 

Progetto MENTOR – Mediterranean Network for Training Orientation to Regular Migration

dalla Redazione

Segnaliamo un interessante progetto che vede coinvolti diversi soggetti istituzionali sia italiani, sia tunisini sia marocchini.

Il progetto MENTOR si pone l’obiettivo “di contribuire al miglioramento degli schemi di migrazione temporanea e circolare per i giovani tra l’Italia, il Marocco e la Tunisia, tramite la sperimentazione di training professionali per i cittadini non comunitari residenti all’estero”.

Home

Tra gli obiettivi del progetto vi è il miglioramento delle competenze degli operatori che si occupano di giovani e lavoro per promuovere la migrazione circolare e temporanee, l’aumento dell’informazione dei cittadini marocchini e tunisini sulla migrazione temporanea regolare verso l’Italia e il miglioramento dell’accesso al mercato del lavoro dei giovani tunisini e marocchini nei loro Paesi di origini attraverso il miglioramento operativo dell’art.27 della Legge italiana sull’immigrazione.

Le azioni messe in campo prevedono:

  • Mappatura di tutte le parti interessate a Milano e Torino che si occupano di gioventù e occupazione (formazione professionale, servizi di collocamento, centri giovanili, agenzie di formazione, istituzioni, consolati, associazioni di migranti …) e imprese potenzialmente interessate ad ospitare tirocinanti provenienti dai paesi terzi
  • Mappatura di tutte le parti interessate (imprese, agenzie di formazione, scuole superiori, università, centri giovanili – centri di informazione, servizi ricreativi, servizi educativi, ecc., Istituzioni, organizzazioni della società civile / organizzazioni non governative, etc) nei territori di destinazione in Marocco e Tunisia che potrebbero essere coinvolti nella diffusione di informazioni e / o orientamento sulle vie legali di migrazione verso l’UE per i giovani
  • Costituzione di Comitati di Concertazione Locali (reti dei soggetti interessati mappati e dichiaratesi interessati) in ciascuno dei 4 territori coinvolti, per condividere esperienze e trovare posizioni comuni su procedure e buone pratiche al fine di migliorare i tirocini professionali e le opportunità di mobilità temporanea e circolare nell’UE per giovani tunisini e marocchini
  • Individuazione di settori economici in crescita, e di opportunità concrete per tirocini post-professionali, e di settori specifici di sviluppo di nuovi business nei territori target del Marocco e della Tunisia. Tali risultati saranno utilizzati per definire il bando per la selezione degli aspiranti tirocinanti (lanciato insieme alla campagna di sensibilizzazione), rivolto ai giovani delle aree target del progetto
  • Campagna di sensibilizzazione e informazione per giovani in Marocco e Tunisia sulla migrazione temporanea e circolare in Italia, con particolare attenzione ai tirocini professionali come opportunità per la crescita personale e lo sviluppo locale; in occasione della campagna viene lanciato il bando per candidarsi ad un tirocinio con il sostegno di MENTOR (20 tirocini in tutto)
  • Selezione dei 20 candidati migliori (10 dal Marocco e 10 dalla Tunisia), abbinati con altrettante aziende torinesi e milanesi disponibili ad accoglierli per un percorso formativo
  • Formazione pre-partenza su lingua italiana e educazione civica / cultura del lavoro
  • Tirocini professionali a Milano e Torino e capacity building: i 20 tirocinanti sperimenteranno un tirocinio professionale di 3 mesi nelle imprese selezionate (e abbinate) a Torino e Milano. MENTOR accompagnerà questo processo attraverso tutoraggio personale e mediazione culturale
  • Tutoraggio post-tirocini e sostegno all’avvio di start-up / inserimento lavorativo per 20 giovani formati nei paesi d’origine

Il monitoraggio di tutto il processo permetterà di produrre linee guida e raccomandazioni su procedure operative sostenibili / di successo per realizzare tirocini professionali tra Italia, Tunisia e Marocco. Tali linee guida saranno esposte in occasione dell’evento finale a Tunisi

I partner principali del progetto sono:

Comune di Milano
• Comune di Torino
• Agenzia Piemonte Lavoro;
In Marocco:
• Ministero dei Marocchini residenti all’estero e delle questioni migratorie
• Sezioni di Beni Mellal e di Chaouia-Tadla dell’ANAPEC – Agenzia nazionale di promozione del lavoro e delle competenze;
In Tunisia:
• Osservatorio nazionale della gioventù e la Città di Tunisi.
La durata prevista del progetto è di 16 mesi –  dal 15 ottobre 2018  al 30 maggio 2019.

Per le informazioni complete si rimanda al sito del progetto

https://www.networkmentor.org/

 

Conferenza 2018 IFTR – The International Federation for Theatre Research

dalla Redazione

Dal 9 al 13 luglio si svolgerà a Belgrado la Conferenza 2018 dell’IFTR – The International Federation for Theatre Research. Quest’anno il tema è di estremo interesse e coerente con gli obiettivi della nostra ricerca: “Theatre and Migration. Theatre, nation and identity: between Migration and Stasis“.

IFTR.jpg

We would like to approach the topic of Theatre and Migration from several broad angles, asking:  How have theatre and performance responded to issues of exile, displacement and Otherness both historically and in our times? How has the process of migration been shaped and reshaped through various political, social, cultural and artistic scenarios? How can the notion of migration be employed to grapple with issues of cultural cross-fertilization, transfer, appropriation and mutation?  What constitute ecologies of migration in theatre and performance (and beyond)?

https://www.iftr.org/conference

Tra gli interventi del convegno vi segnaliamo:

Roberta CarpaniItalian Migration during XX century on stage: Italian narrative theatre as an instrument for shaping consciences
Giulia Innocenti Malini, Social Community Theatre with Refugees in Italy
Martina Guerinoni, Social and Community Theatre as best practice for the inclusion of migrant women in Italy 

 

Associazione Parcours: creare un ponte tra artisti e pubblici svantaggiati

dalla Redazione

Segnaliamo il canale Vimeo dell’Associazione Parcours. L’associazione mira a promuovere gli scambi culturali creando ponti tra artisti e pubblici svantaggiati

Film Tolbiac 2018 – Quand j’étais petit from Association Parcours on Vimeo.

Tra gli animatori del progetto, il regista, fotografo e studioso italiano Guglielmo Scafirimuto, dottorando in studi cinematografici presso l’Université Sorbonne Nouvelle – Paris 3.  Scafirimuto da oltre 5 anni svolge ricerche a Parigi sul tema “cinema e migrazione”. Da quasi tre anni anima gli ateliers partecipativi di film making nei “foyers des travailleurs migrants“.

 

“Voci di confine: la migrazione è una storia da raccontare. Per davvero”

dalla Redazione

Segnaliamo l’incontro dal titolo “Voci di confine: la migrazione è una storia da raccontare. Per davvero”, organizzato da Amref, in collaborazione con il Comune di Milano, nell’ambito di “Insieme senza muri”.

voci di confine

Al dibattito, promosso in occasione della Giornata del Rifugiato che si celebra il 20 giugno, parteciperanno, tra gli altri, l’assessore alle Politiche Sociali del Comune di Milano Pierfrancesco Majorino, il direttore di Amref Guglielmo Micucci, l’attore e storico testimonial Amref Giobbe Covatta, Luigi Manconi, coordinatore dell’Unar, Giusi Nicolini, già sindaca di Lampedusa e premio Unesco per la Pace, Abenet Berhanu, direttore Amref Health Africa Uganda, Tana Anglana, esperta migrazioni e sviluppo, Massimo Ciampa, segretario generale di Mediafriends, Chiara Ferrari, Ipsos – Social and Opinion Research e il reporter Saverio Tommasi.

Il programma completo è disponibile sul sito

Continua a leggere ““Voci di confine: la migrazione è una storia da raccontare. Per davvero””

Cinema di Ringhiera: una rassegna cinematografica nei cortili

dalla Redazione

A Dergano, quartiere di Milano, si sta svolgendo Cinema di Ringhiera: una rassegna cinematografica nei cortili dei caseggiati per conoscere le culture e le lingue che popolano il quartiere.

ringhiera.jpg
il sito internet http://www.cinemadiringhiera.it/

Quattro gli appuntamenti, in altrettanti cortili: 9, 16, 23 e 30 giugno 2018.

Quattro film in lingua originale e sottotitolati in italiano per una rassegna di cinema che vuole soprattutto costruire insieme percorsi di convivenza attraverso le pratiche culturali.

Continua a leggere “Cinema di Ringhiera: una rassegna cinematografica nei cortili”

Festival Contaminafro 2018

dalla Redazione

Segnaliamo l’imminente avvio della quinta edizione del Festival delle Culture Contemporanee Africane “Contaminafro 2018”. Il festival si svolgerà, dal 26 giugno al 1 luglio 2018, in tre importanti sedi della vita culturale milanese: mare culturale urbano, la Triennale e la Fabbrica del Vapore.

Il programma è scaricabile al seguente link 

Qui di seguito il comunicato con le principali informazioni

————-

LOC-PROGRAMMA-1.jpg

L’edizione 2018 di CONTAMINAFRO, Identità in evoluzione si terrà dal 26 Giugno al 1 Luglio 2018
PROGRAMMA 2018: CLICCA QUI

Benvenuti nell’Italia e nell’Europa che cambia pelle, dove i figli d’immigrati compongono un nuovo arcobaleno multietnico. Giovani, cosmopoliti, culturalmente consapevoli, cresciuti nelle metropoli internazionali ma gelosi e orgogliosi delle proprie radici, i figli della diaspora africana raccontano le tante anime del loro mondo al Festival delle culture contemporanee africane, alla sua quinta edizione, ideato e diretto dal danzatore e coreografo camerunense Lazare Ohandja insieme all’associazione Mo’O Me Ndama, in programma a Milano dal 26 giugno al 1°luglio 2018.

Continua a leggere “Festival Contaminafro 2018”