Globalizzazione, migrazione e disuguaglianza

dalla Redazione

Presentazione a cura del Professor Giuseppe Mastromatteo (Università Cattolica del Sacro Cuore – Dipartimento di Politica Economica) e del Professor Lorenzo Esposito (Banca d’Italia e Università Cattolica del Sacro Cuore Dipartimento di Politica Economica), nel corso del Secondo Workshop della ricerca di Ateneo dell’Università Cattolica del Sacro Cuore “Migrations-mediations: media e comunicazione per l’inclusione dei migranti”.

 

Elezioni Regionali 2018: la copertura del tema “immigrazione” sulla stampa locale (Lombardia e Lazio) durante la campagna elettorale

dalla Redazione

Intervento del team di ricerca “media e politica”, nel corso del Secondo Workshop della ricerca di Ateneo dell’Università Cattolica del Sacro Cuore “Migrations-mediations: media e comunicazione per l’inclusione dei migranti”.

L’intervento, a cura di Paolo Carelli, analizza la copertura del tema “immigrazione” sulla stampa locale (Lombardia e Lazio) durante la campagna elettorale regionale 2018

Teatro Utile 2018 – Accademia dei Filodrammatici di Milano

dalla Redazione

Al via la 6° edizione di Teatro Utile 2018, progetto di formazione promosso dall’Accademia dei Filodrammatici di Milano. Anche quest’anno si occupa di temi che riguardano l’interculturalità e le migrazioni organizzando tre laboratori di scrittura: giornalistica, drammaturgica e autobiografica.

BAN_2969_bassa.jpg
Foto dal sito dell’Accademia dei Filodrammatici http://accademiadeifilodrammatici.it/news/teatro-utile-2018-programma-appuntamenti/

Oltre ai laboratori vengono proposti sei incontri con artisti impegnati sui temi dell’immigrazione e dell’interculturalità attraverso il teatro: sarà l’occasione di condividere con il pubblico i testi nati dai laboratori di scrittura.

Gli incontri e gli spettacoli si svolgono tra marzo e luglio 2018 presso l’Accademia dei Filodrammatici in via Filodrammatici 1, Milano.

L’ingresso è libero con prenotazione obbligatoria (filodram@accademiadeifilodrammatici.it, 02 86460849).

Per maggiori informazioni è possibile consultare il sito dell’Accademia e scaricare il programma

Caritas: 10 cose da sapere sui migranti e immigrazione

dalla Redazione

L’Ufficio Politiche migratorie e protezione internazionale della Caritas italiana ha realizzato un documento divulgativo dal titolo 10 cose da sapere su migranti e immigrazione”. L’obiettivo del documento, destinato a un pubblico ampio, è chiarire, con il supporto di dati ufficiali, alcune questioni legate al tema della immigrazioni e alcune notizie fuorvianti che spesso circolano sia tra i media sia, più in generale, nell’opinione pubblica.

 

10-cose-da-sapere.jpg
10 cose da sapere su migranti e immigrazione

“Qualcuno è disposto a fare qualcosa? E che cosa?”

dalla Redazione

Segnaliamo un evento di ZonaK, “centro culturale dedicato all’incontro tra diverse discipline artistiche e culture”.

ACTIONS, di Yan Duyvendak, Nicolas Cilins & Nataly Sugnaux Hernandez, è uno “spettacolo partecipato” sul tema dell’immigrazione e delle politiche di inclusione.

ACTIONS dà forma a un’assemblea democratica ideale dove possano esprimersi i rifugiati, i responsabili politici e i volontari della città con l’obiettivo di rispondere con azioni efficaci e dirette in grado di coinvolgere positivamente ogni singolo individuo e nel contempo uscire dalle secche della retorica delle buone intenzioni”.

ACTIONS

9 – 10 marzo 2018
ore 20.00

Casa della Memoria

Via F. Confalonieri, 14, 20124 Milano

 

Inteatro Festival_Azioni_Yan Duyvendak
Un momento dello spettacolo. Credist: Giulia Di Vitantoni

 

I media mainstream, Twitter e le notizie sull’immigrazione: uno studio del Pew Research Center

dalla Redazione

Una nuova ricerca del Pew Research Center suggerisce che i media hanno ancora peso molto forse, per lo meno nella condivisione di notizie riguardanti l’immigrazione. In tema di immigrazione, le tradizionali fonti di informazioni sembrano quindi al momento vincere sulle fonti alternative, almeno in Twitter.

Continua a leggere su http://www.journalism.org

 

Gli sbarchi nel Mediterraneo nel 2017 -I dati elaborati da ISMU

“Il 2017 si è chiuso registrando il numero più basso di migranti giunti via mare sulle coste dei Paesi del Mediterraneo da quando ha avuto inizio nel 2014 il massiccio flusso di ingressi verso l’Europa. Sono stati complessivamente poco più di 171mila, meno della metà di quanti sbarcarono nel 2016, e ben lontani dall’oltre un milione di migranti giunti in Europa via mare nel 2015. L’Italia nel 2017 è tornata ad essere il principale paese di approdo nel Mediterraneo: i quasi 120mila migranti sbarcati hanno costituito il 70% di tutti gli arrivi via mare in Europa.

grafico-ismu-sbarchi.jpg

Il 2015 fu l’anno della Grecia, che raccolse l’84% degli arrivi (857mila, siriani, afghani e iracheni principalmente), mentre nel 2016 dopo l’accordo con la Turchia gli sbarchi sulle isole greche subirono un significativo ridimensionamento: Italia e Grecia accolsero rispettivamente 181mila (50%) e 174mila (48%) migranti. Nel 2017 il paese del Mediterraneo che ha visto aumentare in modo rilevante gli arrivi è stato la Spagna: nel 2016 rappresentò il 2,3% per numero di arrivi mentre nell’anno appena concluso ha visto approdare sulle proprie coste più di 21mila migranti, con un aumento del 160% rispetto al 2016. Gli incrementi sono iniziati soprattutto nei mesi estivi, quando al contrario si è registrato il drastico rallentamento degli arrivi in Italia dovuti in particolare agli accordi con la Libia. Nel nostro paese gli sbarchi sono calati di un terzo rispetto all’anno precedente”.

Continua a leggere il documento di ISMU.