“Migrazioni, Integrazione e Democrazia” Profili Giuridici, Sociali e Culturali. Corso di Specializzazione dell’Unione Forense per la Tutela dei Diritti Umani

dalla Redazione

Sono aperte le iscrizioni al Corso di specializzazione “Migrazioni, integrazione e democrazia. Profili giuridici, sociali e culturali”, organizzato dall’Unione Forense per la Tutela dei Diritti Umani. Il corso si articolerà in dieci incontri dal 7 settembre al 16 novembre 2018 presso il Parlamentino del Consiglio Nazionale dell’Economia e del Lavoro, in Viale David Lubin, 2 – Roma.

 

Unione forense diritti umani.png

“L’Unione forense per la tutela dei diritti umani ha deciso di organizzare la II edizione del corso di specializzazione “Migrazioni, integrazione e democrazia. Profili giuridici, sociali e culturali”, con l’obiettivo di fornire un quadro interdisciplinare della materia, dal punto di vista giuridico, economico, demografico e antropologico, nonché dal punto di vista giornalistico, sociologico, medico e psicologico, con l’espressa intenzione di analizzare le varie sfaccettature del fenomeno cercando di fornire una visione quanto più completa possibile ai fruitori del corso”.

Continua a leggere ““Migrazioni, Integrazione e Democrazia” Profili Giuridici, Sociali e Culturali. Corso di Specializzazione dell’Unione Forense per la Tutela dei Diritti Umani”

Progetto MENTOR – Mediterranean Network for Training Orientation to Regular Migration

dalla Redazione

Segnaliamo un interessante progetto che vede coinvolti diversi soggetti istituzionali sia italiani, sia tunisini sia marocchini.

Il progetto MENTOR si pone l’obiettivo “di contribuire al miglioramento degli schemi di migrazione temporanea e circolare per i giovani tra l’Italia, il Marocco e la Tunisia, tramite la sperimentazione di training professionali per i cittadini non comunitari residenti all’estero”.

Home

Tra gli obiettivi del progetto vi è il miglioramento delle competenze degli operatori che si occupano di giovani e lavoro per promuovere la migrazione circolare e temporanee, l’aumento dell’informazione dei cittadini marocchini e tunisini sulla migrazione temporanea regolare verso l’Italia e il miglioramento dell’accesso al mercato del lavoro dei giovani tunisini e marocchini nei loro Paesi di origini attraverso il miglioramento operativo dell’art.27 della Legge italiana sull’immigrazione.

Le azioni messe in campo prevedono:

  • Mappatura di tutte le parti interessate a Milano e Torino che si occupano di gioventù e occupazione (formazione professionale, servizi di collocamento, centri giovanili, agenzie di formazione, istituzioni, consolati, associazioni di migranti …) e imprese potenzialmente interessate ad ospitare tirocinanti provenienti dai paesi terzi
  • Mappatura di tutte le parti interessate (imprese, agenzie di formazione, scuole superiori, università, centri giovanili – centri di informazione, servizi ricreativi, servizi educativi, ecc., Istituzioni, organizzazioni della società civile / organizzazioni non governative, etc) nei territori di destinazione in Marocco e Tunisia che potrebbero essere coinvolti nella diffusione di informazioni e / o orientamento sulle vie legali di migrazione verso l’UE per i giovani
  • Costituzione di Comitati di Concertazione Locali (reti dei soggetti interessati mappati e dichiaratesi interessati) in ciascuno dei 4 territori coinvolti, per condividere esperienze e trovare posizioni comuni su procedure e buone pratiche al fine di migliorare i tirocini professionali e le opportunità di mobilità temporanea e circolare nell’UE per giovani tunisini e marocchini
  • Individuazione di settori economici in crescita, e di opportunità concrete per tirocini post-professionali, e di settori specifici di sviluppo di nuovi business nei territori target del Marocco e della Tunisia. Tali risultati saranno utilizzati per definire il bando per la selezione degli aspiranti tirocinanti (lanciato insieme alla campagna di sensibilizzazione), rivolto ai giovani delle aree target del progetto
  • Campagna di sensibilizzazione e informazione per giovani in Marocco e Tunisia sulla migrazione temporanea e circolare in Italia, con particolare attenzione ai tirocini professionali come opportunità per la crescita personale e lo sviluppo locale; in occasione della campagna viene lanciato il bando per candidarsi ad un tirocinio con il sostegno di MENTOR (20 tirocini in tutto)
  • Selezione dei 20 candidati migliori (10 dal Marocco e 10 dalla Tunisia), abbinati con altrettante aziende torinesi e milanesi disponibili ad accoglierli per un percorso formativo
  • Formazione pre-partenza su lingua italiana e educazione civica / cultura del lavoro
  • Tirocini professionali a Milano e Torino e capacity building: i 20 tirocinanti sperimenteranno un tirocinio professionale di 3 mesi nelle imprese selezionate (e abbinate) a Torino e Milano. MENTOR accompagnerà questo processo attraverso tutoraggio personale e mediazione culturale
  • Tutoraggio post-tirocini e sostegno all’avvio di start-up / inserimento lavorativo per 20 giovani formati nei paesi d’origine

Il monitoraggio di tutto il processo permetterà di produrre linee guida e raccomandazioni su procedure operative sostenibili / di successo per realizzare tirocini professionali tra Italia, Tunisia e Marocco. Tali linee guida saranno esposte in occasione dell’evento finale a Tunisi

I partner principali del progetto sono:

Comune di Milano
• Comune di Torino
• Agenzia Piemonte Lavoro;
In Marocco:
• Ministero dei Marocchini residenti all’estero e delle questioni migratorie
• Sezioni di Beni Mellal e di Chaouia-Tadla dell’ANAPEC – Agenzia nazionale di promozione del lavoro e delle competenze;
In Tunisia:
• Osservatorio nazionale della gioventù e la Città di Tunisi.
La durata prevista del progetto è di 16 mesi –  dal 15 ottobre 2018  al 30 maggio 2019.

Per le informazioni complete si rimanda al sito del progetto

https://www.networkmentor.org/

 

“Voci di confine: la migrazione è una storia da raccontare. Per davvero”

dalla Redazione

Segnaliamo l’incontro dal titolo “Voci di confine: la migrazione è una storia da raccontare. Per davvero”, organizzato da Amref, in collaborazione con il Comune di Milano, nell’ambito di “Insieme senza muri”.

voci di confine

Al dibattito, promosso in occasione della Giornata del Rifugiato che si celebra il 20 giugno, parteciperanno, tra gli altri, l’assessore alle Politiche Sociali del Comune di Milano Pierfrancesco Majorino, il direttore di Amref Guglielmo Micucci, l’attore e storico testimonial Amref Giobbe Covatta, Luigi Manconi, coordinatore dell’Unar, Giusi Nicolini, già sindaca di Lampedusa e premio Unesco per la Pace, Abenet Berhanu, direttore Amref Health Africa Uganda, Tana Anglana, esperta migrazioni e sviluppo, Massimo Ciampa, segretario generale di Mediafriends, Chiara Ferrari, Ipsos – Social and Opinion Research e il reporter Saverio Tommasi.

Il programma completo è disponibile sul sito

Continua a leggere ““Voci di confine: la migrazione è una storia da raccontare. Per davvero””