Call for papers: “Sguardi sulla città: filmare il paesaggio urbano come esperienza multi-culturale e multi-identitaria”.

dalla Redazione

Segnaliamo l’interessante progetto del Dipartimento SAGAS dell’Università degli Studi di Firenze.

filamre.gif

Il Dipartimento propone, sulla scorta del Progetto Strategico di Ateneo CAPUT – Filmare le Arti http://www.unifimagazine.it/filmare-le-arti-progetto-caput/ e del Piano di Eccellenza Eredità culturali https://www.sagas.unifi.it/ la prima edizione del progetto di ricerca “Filmare l’alterità. Concorso e archiviazione di immagini migranti nel paesaggio urbano fiorentino“. E’ una iniziativa, in collaborazione con Oxfam Italia, dedicata ad artisti under35.

L’iniziativa, oltre a prevedere laboratori e concorsi per migranti volti alla produzione e archiviazione di contenuti audiovisuali sul paesaggio urbano e delle periferie, ha l’obiettivo di “di definire un assetto teorico in grado di analizzare i materiali e definirne la collocazione all’interno dell’ecosistema mediale, tracciando linee guida per eventuali esperienze analoghe”.

Per tale motivo l’Università degli Studi di Firenze organizza un convegno di studi dal titolo “Filmare l’Alterità, filmare il paesaggio urbano come esperienza multi-culturale e multi-identitaria”. “Nel corso di tale incontro si tenterà di indagare il rapporto tra produzione audiovisiva e paesaggio, per comprendere la diversità delle modalità con le quali i membri della comunità locale convivono e condividono lo spazio urbano, soprattutto periferico”.

Il convegno, cura di Cristina Jandelli e Raffaele Pavoni, si terrà a Firenze dal 21 al 22 gennaio 2019. Per tale convegno è aperta una call: le proposte dovranno pervenire entro il 15 novembre al seguente indirizzo: segreteria@filmarelalterita.it

Per maggiori informazioni, si rimanda al testo della call.

Call in Italiano

Call in Inglese

Call in Francese

 

tel.gif

Memory, Migration & Movement. Parigi 7-8 dicembre 2018. Call for papers di PoP.

dalla Redazione

Segnaliamo la call di un interessante convegno che si svolgerà il prossimo dicembre a Parigi. PoP [Performances of the Popular] MOVES, in partnership con l’Université de Paris Nanterre e La Colonie, ha da poco aperto la selezione di paper e articoli per la conferenza.

Riportiamo qui la call, rimandando al sito per ulteriori dettagli.

 

The international research group for performances of the popular continues to advance the field by creating a new committee in France, to foster conversations and sharing
between scholars, artists and institutions across linguistic worlds. To celebrate this
expansion, PoP MOVES will hold a joint launch event and conference in Paris, to explore
relationships between memory, migration and movement.

Migration is by definition an act of movement. The geopolitical movements of migration
continue to resonate in the bodies of migrants, and these reverberations are sometimes
manifested through popular dance. Migration entails ruptures and reconfigurations of
memory both for migrants themselves and for those who accommodate their arrival. This conference seeks to tease out the threads and tensions between memory, migration and movement within one of the [sub]urban spaces of their everyday unfolding.

Continua a leggere “Memory, Migration & Movement. Parigi 7-8 dicembre 2018. Call for papers di PoP.”

Conferenza 2018 IFTR – The International Federation for Theatre Research

dalla Redazione

Dal 9 al 13 luglio si svolgerà a Belgrado la Conferenza 2018 dell’IFTR – The International Federation for Theatre Research. Quest’anno il tema è di estremo interesse e coerente con gli obiettivi della nostra ricerca: “Theatre and Migration. Theatre, nation and identity: between Migration and Stasis“.

IFTR.jpg

We would like to approach the topic of Theatre and Migration from several broad angles, asking:  How have theatre and performance responded to issues of exile, displacement and Otherness both historically and in our times? How has the process of migration been shaped and reshaped through various political, social, cultural and artistic scenarios? How can the notion of migration be employed to grapple with issues of cultural cross-fertilization, transfer, appropriation and mutation?  What constitute ecologies of migration in theatre and performance (and beyond)?

https://www.iftr.org/conference

Tra gli interventi del convegno vi segnaliamo:

Roberta CarpaniItalian Migration during XX century on stage: Italian narrative theatre as an instrument for shaping consciences
Giulia Innocenti Malini, Social Community Theatre with Refugees in Italy
Martina Guerinoni, Social and Community Theatre as best practice for the inclusion of migrant women in Italy 

 

“Voci di confine: la migrazione è una storia da raccontare. Per davvero”

dalla Redazione

Segnaliamo l’incontro dal titolo “Voci di confine: la migrazione è una storia da raccontare. Per davvero”, organizzato da Amref, in collaborazione con il Comune di Milano, nell’ambito di “Insieme senza muri”.

voci di confine

Al dibattito, promosso in occasione della Giornata del Rifugiato che si celebra il 20 giugno, parteciperanno, tra gli altri, l’assessore alle Politiche Sociali del Comune di Milano Pierfrancesco Majorino, il direttore di Amref Guglielmo Micucci, l’attore e storico testimonial Amref Giobbe Covatta, Luigi Manconi, coordinatore dell’Unar, Giusi Nicolini, già sindaca di Lampedusa e premio Unesco per la Pace, Abenet Berhanu, direttore Amref Health Africa Uganda, Tana Anglana, esperta migrazioni e sviluppo, Massimo Ciampa, segretario generale di Mediafriends, Chiara Ferrari, Ipsos – Social and Opinion Research e il reporter Saverio Tommasi.

Il programma completo è disponibile sul sito

Continua a leggere ““Voci di confine: la migrazione è una storia da raccontare. Per davvero””

“Creative Models to Engage (with) Migrants. Media, Migration and Policies for Intercultural Dialogue” NECS Conference 2018

dalla Redazione

Segnaliamo il panel organizzato da Alice Cati e Maria Francesca Piredda per la NECS Conference (Media Tactics and Engagement, Amsterdam, 27-29 giugno).

Titolo del panel: “Creative Models to Engage (with) Migrants. Media, Migration and Policies for Intercultural Dialogue”

The NECS 2018 Conference

Ecco il programma e i partecipanti al panel:

Chair: Ruggero Eugeni (Università Cattolica del Sacro Cuore)

  • Mariagiulia Grassilli (University of Sussex) “‘Migrant’ Cinema in Italy aka New Italian Cinema: Identity, Diversity and Plural Creativity”.
  •  Nadia Bellardi e Tanya Kayhan  (Community Media Forum Europe) – OKTO-TV “The right to have a voice – portraits of community media productions by migrants and refugees
  • Alice Cati – Maria Francesca Piredda (Università Cattolica del Sacro Cuore)
    “MigrArti Cinema. The Italian Institutional Strategy to raise Awareness of Cultural Diversity”

Qui è possibile scaricare il programma preliminare completo del convegno.

Per ulteriori informazioni, si rimanda al sito del convegno

Seminario: “Promoting the economic integration of migrants”

dalla Redazione

Segnaliamo il seguente evento.

RENAMake a Cube³ and Politecnico di Milano (POLI.design) are delighted to invite you to the Policy Forum “Promoting the Economic Integration of Migrants” as part of the SAME project supported by J.P. Morgan.

logo_sameproject

During the event, the research on policies and practices supporting the social and economic inclusion of migrants in different European Countries will be presented and conclusions will be discussed with experts, researchers and policymakers; a specific focus will be put on the Italian context.

AGENDA

2.15 | Welcome

Antonio Aloisi, RENA

Stefania Signorelli, J.P.Morgan

Simona Colucci, RENA

2.20 | City of Milan: the challenges of integration

Pierfrancesco Majorino, Deputy Mayor for social policies, health and right – Municipality of Milan

 

2.30 | SAME Project, an introduction to the project

Anna Meroni, Politecnico di Milano

Continua a leggere “Seminario: “Promoting the economic integration of migrants””

Presentato il “Ventitreesimo Rapporto sulle migrazioni 2017” ISMU

“Le dinamiche del fenomeno migratorio in Italia e in Europa stanno subendo nuove trasformazioni. In questo Ventitreesimo Rapporto Fondazione ISMU stima che la popolazione straniera in Italia abbia raggiunto, al 1° gennaio 2017, 5 milioni e 958mila unità di presenze e analizza i nuovi scenari migratori che vanno confi gurandosi nel nostro Paese e nel resto d’Europa. Il volume infatti mette in evidenza come ancora una volta, nel 2017, l’emergenza sbarchi abbia costituito uno dei temi più rilevanti nell’agenda politica e nel dibattito pubblico in Italia”.

Sul sito di ISMU è possibile scaricare interventi, slide e riferimenti al report.

report ismu.jpg
Dal sito dell’ISMU http://www.ismu.org